Approfondimenti

Questa rubrica riporta fatti e cifre sul finanziamento uniforme delle cure ambulatoriali e stazionarie e presenta alcuni studi che sono serviti da base per le riflessioni sull’impatto del finanziamento uniforme.

Scheda informativa EFAS

Perché l’introduzione del finanziamento uniforme delle cure ambulatoriali e stazionarie (EFAS) è una riforma importante

Unire le forze affinché le cure mediche di base in Svizzera restino di alta qualità e finanziariamente sostenibili è una responsabilità che coinvolge tutti gli attori della sanità. In particolare, sono necessarie misure volte a contenere stabilmente i costi. Per aumentare l’efficienza è opportuno intervenire laddove il sistema attuale crea disincentivi finanziari che portano a lacune nell’offerta di cure o, al contrario, a un’offerta eccessiva di prestazioni. Questo genera costi ingenti che in definitiva vanno a scapito dei pazienti. Uno dei disincentivi che caratterizzano il sistema attuale è la disparità nel finanziamento delle cure ambulatoriali e stazionarie a carico dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS). Le prestazioni stazionarie vengono finanziate congiuntamente dagli assicuratori malattie e i Cantoni in ragione rispettivamente del 45 e del 55 per cento. Le prestazioni ambulatoriali, invece, vengono finanziate integralmente dagli assicurati attraverso i premi. La decisione sul tipo di prestazione (stazionaria o ambulatoriale) non dev’essere influenzata da disincentivi finanziari ma presa secondo criteri medici e in funzione del paziente. Con EFAS, il finanziamento uniforme delle cure ambulatoriali e stazionarie, le prestazioni continueranno ad essere finanziate con le entrate fiscali e con i premi (finanziamento duale), mentre l’impiego dei mezzi nei confronti del fornitore di prestazioni sarà uniforme, indipendentemente dal tipo di cure (stazionarie o ambulatoriali).

> leggere di più

Studi sul Tema EFAS

Perizia Polynomics (per conto di CSS, Helsana e Swica), 2018

Risparmi grazie a EFAS

I calcoli confermano che nel sistema attuale le cure integrate garantirebbero risparmi netti dell’ordine di 200 CHF per assicurato HMO che, con EFAS, non andrebbero più a vantaggio del Cantone bensì degli assicuratori malattia. L’introduzione di EFAS permetterebbe quindi di ridurre i premi degli assicurati HMO di circa il 6%, pari a un aumento dello sconto attuale del 20% circa.

> leggere di più

Studio della ZHAW (risultati), 2017

Che impatto ha il finanziamento uniforme delle cure ambulatoriali e stazionarie sull’efficienza e la qualità delle cure?

curafutura ha incaricato l’Istituto di economia sanitaria di Winterthur (WIG), che fa capo alla Scuola universitaria di scienze applicate di Zurigo (ZHAW), di realizzare uno studio sugli effetti qualitativi e quantitativi del finanziamento uniforme delle cure ambulatoriali e stazionarie. In collaborazione con esperti del ramo, è stato sviluppato un modello degli effetti che evidenzia le interazioni tra l’introduzione del finanziamento uniforme e l’efficienza e la qualità delle prestazioni mediche. Lo studio giunge alla conclusione che il finanziamento uniforme ha un effetto positivo su queste due dimensioni (efficienza e qualità). Questo impatto è prevalentemente indiretto, ossia si manifesta nel tempo nell’interazione con altre dimensioni.

> leggere di più

Studio pwc, 2016

Priorità al settore ambulatoriale per risparmiare un miliardo di franchi all’anno.

La tendenza allo spostamento delle cure dal settore stazionario a quello ambulatoriale si protrarrà anche in futuro, complici i progressi della medicina e dall’evoluzione dei bisogni dei pazienti. A causa degli incentivi negativi del sistema svizzero di finanziamento e di tariffazione, molti interventi vengono realizzati in regime stazionario anche se dal punto di vista medico potrebbero benissimo essere effettuati in regime ambulatoriale. Generalmente, gli interventi stazionari sono più costosi di quelli ambulatoriali. Trasferendo un numero maggiore di interventi dal regime stazionario a quello ambulatoriale si potrebbero quindi realizzare importanti risparmi. Rispetto ad altri Paesi, la Svizzera è in ritardo.

> leggere di più

Studio Huber, C. A., Reich O., et al., 2016

Effects of Integrated Care on Disease-Related Hospitalisation and Healthcare Costs in Patients with Diabetes, Cardiovascular Diseases and Respiratory Illnesses: A Propensity-Matched Cohort Study in Switzerland

Le cure integrate contribuiscono a ridurre i costi e a migliorare la qualità del trattamento dei malati cronici. È una delle conclusioni cui è giunto lo studio e che assume un’importanza particolare alla luce dell’invecchiamento demografico e della maggiore incidenza delle malattie croniche multiple nei pazienti anziani. Questo gruppo di pazienti è infatti all’origine dell’80 per cento dei costi sanitari. Dallo studio emerge che le cure integrate permetterebbero di ridurre dell’8-13 per cento i ricoveri ospedalieri dei pazienti diabetici e cardiopatici.

> leggere di più

Studio Accademia svizzere delle scienze mediche (ASSM), 2012

Efficienza, utilizzo e finanziamento del sistema sanitario

La mancanza di coordinamento tra i fornitori di prestazioni, che si manifesta tra l’altro sotto forma di doppioni negli esami diagnostici e nei trattamenti, visite mediche superflue e trattamenti lacunosi o errati, porta a un eccesso di offerta. Lo studio stima a 3 miliardi di franchi le inefficienze imputabili alla mancanza di coordinamento nelle cure ambulatoriali e stazionarie (compresa la somministrazione di medicinali).

> leggere di più